ELENCO :: NEWS
giovedì, 19 gennaio 2017
AUDIZIONE SUL BILANCIO REGIONALE: CRITICO IL GIUDIZIO DELL’ACEM. MANCANO IL CONTO DEDICATO PER LE OPERE PUBBLICHE E LA CENTRALE UNICA DI PAGAMENTO. Urgente reiscrivere in bilancio tutti i fondi in perenzione
In occasione della audizione sul bilancio regionale di oggi pomeriggio, l’ACEM ha inoltrato un documento al Presidente della I Commissione Regionale permanente presso il Consiglio Regionale del Molise, Domenico Di Nunzio  contenente le proposte e le considerazioni dell’Associazione.
Critico  il giudizio in merito alla legge finanziaria da approvare in quanto la stessa, nonostante le varie e ripetute richieste fatte in passato, non annovera né l’istituzione di un conto corrente dedicato su cui far confluire le risorse di un’opera pubblica, né la centrale unica di pagamento: strumenti che eviterebbero i ritardi cronici nei pagamenti alle imprese.
Per questo, nel documento inviato alla I Commissione, oltre a chiederne nuovamente l’istituzione, l’ACEM ha invocato anche la semplificazione e concentrazione delle istruttorie degli appalti pubblici in capo ad un unico ufficio, visto che oggi attraversano una serie di fasi procedurali, con sovrapposizione di adempimenti, tecnicismi, passaggi burocratici e carteggi che rallentano oltremisura  la liquidazione dei corrispettivi maturati.
Scettico il giudizio dell’ACEM anche sul bilancio regionale, perché dallo stesso non si evince se sono stati reiscritti tutti i fondi delle opere pubbliche cancellati dalle scritture contabili con la perenzione, in quanto a causa di quest’ultima risultano ancora numerosi lavori eseguiti ormai da quattro anni che ancora non vengono liquidati, nonostante le rassicurazioni ricevute in passato, secondo cui ciò sarebbe avvenuto con i vari assestamenti di bilancio susseguitisi negli anni: ma così non è stato.
La situazione è molto difficile - dichiara il Presidente Corrado Di Nirotroppi ritardi sia nei pagamenti dei lavori pubblici che per le opere della ricostruzione, sono rammaricato perché basterebbe approvare con la legge finanziaria regionale pochi strumenti per rimettere ordine nei pagamenti e risollevare le sorti delle imprese e le proposte contenute nel nostro documento vanno in questa direzione. Speriamo siano accolte.”
 
Campobasso, 19 gennaio 2017
Prot. n. 20                                                                                                                                                                                                                                      ACEM